Magenta, che cosa farà Sergio Petrone (alle prossime elezioni)?

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Avvocato, ex presidente del Consiglio comunale, stimato e molto noto. Nei corridoi della politica, se ne parla..

 

MAGENTA – Cosa farà Sergio Petrone (sottinteso: alle prossime elezioni comunali della primavera 2017), 50 anni, avvocato, figlio di un medico, persona molto nota e già impegnata nelle istituzioni, prima come consigliere comunale con Giuliana Labria e poi come Presidente del Consiglio comunale nel 2012, auto dimissionatosi un anno dopo, quando gli successe Eleonora Preti?

Petrone torna nell’agone politico, dopo l’esperienza conclusa nel 2001, con Marco Invernizzi e il Pd cinque anni fa. Figura di prestigio, apprezzato e stimato, ottiene la guida della massima assise.

Si dimette dopo 1 anno. Di quei giorni si ricordano le parole di commiato del sindaco Marco Invernizzi dopo le sue dimissioni: ‘Una decisione che rispetto e che comprendo. Da tempo mi aveva confidato la sua difficoltà nel riuscire a conciliare l’impegno politico e istituzionale con quello familiare e lavorativo. Anche per questo ammiro la serietà e la correttezza dimostrata da Sergio, che ha voluto seguire fino in fondo negli ultimi mesi la delicata fase legata alla predisposizione e all’approvazione del Bilancio e rassegnare le dimissioni solo ora’.

petrone

Da quel momento, di Petrone non si sente più parlare nei corridoi della politica. Fino ad oggi, quando il suo nome entra prepotentemente nelle parole sussurrate di maggiorenti o meno dell’agone cittadino.

Già, ma dove e con chi potrebbe correre Petrone? La sua naturale collocazione, ancorché si tratti di un battitore libero e non certo di un uomo partito, sarebbe nel centrosinistra.

Ma chi  ne parla ultimamente, ovviamente  con stima, potrebbe anche non essere dello schieramento che (ormai e naturalmente) porterà alla ricandidatura di Marco Invernizzi.

E quindi chi vorrebbe Petrone come candidato sindaco di rottura?

Già. Ce lo siamo chiesti anche noi… Chi?

 

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti