Legnano, la lotta alla povertà e il sostegno alle famiglie

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Tavolo di coordinamento tra il Comune di Legnano, la Caritas cittadina  e l’associazione San Vincenzo per creare un welfare generativo

LEGNANO – Favorire l’integrazione e il coordinamento delle risorse a disposizione per riuscire a rispondere, in maniera sempre più attenta e puntuale, alle esigenze e ai bisogni delle persone e delle famiglie. È con questo spirito che oggi, mercoledì 11 ottobre, è stato organizzato il primo tavolo di lavoro permanente tra il Comune di Legnano, le Caritas cittadine e l’associazione San Vincenzo. «Considerato che ci troviamo in un difficile contesto di emergenza sociale -commenta l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Legnano, Ilaria Ceroni-, caratterizzato, anche, dalla diminuzione consistente delle risorse finanziarie a disposizione delle istituzioni e dall’impoverimento significativo delle reti familiari e sociali la “lotta alla povertà e il sostegno alle famiglie” diventano un obiettivo comune di tutte quelle realtà che operano sul territorio a sostegno dei più

deboli».
Ecco, dunque, che l’amministrazione comunale di Legnano, per la prima volta, ha voluto fortemente questa collaborazione con le Caritas parrocchiali di Legnano e con l’associazione San Vincenzo al fine di individuare, in maniera sempre più metodica, le strategie da mettere in campo al fine di trovare risposte adeguate ai bisogni diffusi.
La collaborazione è stata presentata questa mattina durante una conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Malinverni, sede dell’amministrazione comunale di Legnano, alla presenza dell’assessore Ceroni, del responsabile della Caritas di Legnano, don Paolo Gessaga, della coordinatrice della Caritas cittadina, Nuccia Ardo Corti e del prevosto di Legnano Monsignor Angelo Cairati. «Alla comunità cristiana -ha detto proprio monsignor Cairati- non compete entrare nel merito della politica, ma con le istituzioni elette democraticamente vogliamo sentirci ed essere dalla stessa parte, nel desiderio di servire la nostra gente. Ci preme essere attenti a coloro che per malattia, anzianità, condizioni economiche, errori compiuti sono i più tribolati in mezzo a noi. I nostri ambiti sono distinti, le nostre competenze diverse, anche i punti di vista possono non essere identici. Eppure lo spirito di servizio, la condivisione della passione civica, dell’unica tradizione solidale, creativa, laboriosa di Legnano premono per una condivisione reale di obiettivi virtuosi. Ecco il senso di un tavolo di lavoro tra i Servizi Sociali del Comune di Legnano e i referenti di Caritas e San Vincenzo della nostra città».
Gli incontri, programmati con cadenza bimensile, saranno finalizzati, tra l’altro, a stendere una mappatura dei servizi e degli interventi sul campo; alla definizione di un protocollo operativo che favorisca una migliore gestione delle risorse attivate sui singoli casi, evitando la sovrapposizione degli interventi e favorendone la complementarietà e l’integrazione; alla promozione -in un’ottica di welfare generativo, che superi la logica assistenziale delle politiche sociali meramente distributive delle risorse- di interventi che aiutino davvero le persone a uscire dalla stato di bisogno e a diventare soggetti produttivi attraverso percorsi di progettualità e responsabilizzazione.

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti