La Società Cooperativa La Ruota compie trent’anni: il comune consegna una targa di riconoscimento per il ‘prezioso’ lavoro di tutela, inclusione e sostegno

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

PARABIAGO  – Sabato 8 aprile si è svolta la consueta cena di solidarietà organizzata e promossa dalla cooperativa LA RUOTA onlus per sostenere le proprie attività a favore della fragilità. Un appuntamento istituito da qualche anno, ma che quest’anno ha significato anche festeggiare trent’anni di attività; un momento di grande festa, quindi, per le famiglie dei ragazzi, gli educatori, i volontari e per i ragazzi stessi.

263 le persone presenti presso la mensa della ditta Rancilio Macchine da Caffè, una location messa gratuitamente a disposizione, proprio per questa occasione, grazie alla disponibilità della famiglia e della proprietà Rancilio. Sabato sera, tra i ragazzi e le loro famiglie, presenti anche gli assessori Adriana Nebuloni ed Elisa Lonati che, a nome della comunità parabiaghese, hanno consegnato alla Cooperativa La Ruota una targa di riconoscimento per i suoi trent’anni di attività.

 “Davvero una serata di grande festa e condivisione -commenta l’assessore Lonati- La Ruota è sicuramente una realtà ‘preziosa’ per il nostro territorio, una preziosità espressa sia dal lavoro di educatori e volontari nel sostenere la fragilità e le famiglie, ma anche e soprattutto una preziosità degli stessi ragazzi. Consegnare questa targa è stato, quindi, per noi un dovere di riconoscenza fatto a nome dell’intera comunità di Parabiago, soprattutto per sottolineare il ringraziamento a quanti si spendono quotidianamente per la tutela, l’inclusione e il supporto alla disabilità.”.

La targa è stata consegnata alla presidente della cooperativa, Fiorella Colombo che ha esteso questo riconoscimento a tutti gli operatori e volontari che hanno contribuito a far crescere questa preziosa realtà del il territorio.

 

 

NOTE SULLA COOPERATIVA LA RUOTA:

 

L’esperienza sviluppata dalla Cooperativa LA RUOTA nel campo della disabilità ha radici profonde che nascono dal volontariato, e da qui matura e si evolve.

 

1982 – nasce l’Associazione di volontariato “Volontari per la promozione umana” come risposta diretta al mondo della disabilità attraverso la proposta di “laboratori” e “atelier” che coinvolgevano per alcuni momenti della settimana e nei week end ragazzi e adulti disabili organizzando attività di tipo espressivo, pratico-manuale, ludico, ricreativo.

 

1984 – nasce il Centro Sperimentale “Il Seme” e successivamente l’associazione di volontariato “Genitori per la promozione umana” per un sostegno costante ai genitori e alle famiglie.

 

1987 – nasce LA RUOTA, Cooperativa di solidarietà sociale che da quel momento gestisce tutte le attività dell’associazione.

Con le trasformazioni che hanno interessato le politiche sociali locali rivolte alla disabilità, la Cooperativa LA RUOTA ha promosso iniziative e progetti pensati in relazione agli Enti locali, ponendo l’accento su aree di bisogno scoperte: sono nati il “Centro di lavoro guidato” e il “Laboratorio educativo-creativo per persone disabili La Bussola”.

 

 

OGGI la Società cooperativa sociale LA RUOTA opera a favore delle fasce più deboli, erogando servizi nelle aree MINORI, DISABILI, PRIMA INFANZIA perseguendo le seguenti finalità:

 

Solidarietà: promuovere e accompagnare processi che consentano di rispondere ai bisogni del territorio in una logica di solidarietà.

Centralità della persona: promuovere il bene comune mettendo al centro la persona.

 

Cooperazione sociale: porsi come impresa sociale efficiente ed innovativa al servizio del territorio.

 

Territorialità: il territorio è il luogo di espressione dei bisogni, di ricerca delle risposte e di attivazione di risorse.

 

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti