Cultura/Tempo LiberoNews

Da Tito a Lenin passando per Mao e Stalin: tante strade dedicate, ma Ezio Maria Gray andava cancellato…

Gray-Graziani (1944)-2TURBIGO – Dev’essere una malattia quelle di cancellare la denominazione delle vie e dei riferimenti storici che non piacciono ai compagni. Il neosindaco Pd pescarese vuole abolire il logo ‘Pescara città dannunziana’ e gli uomini della sinistra storica turbighese avrebbero voluto cancellare dalla stradario Via Ezio Maria Gray. Dovranno aspettare la loro vittoria alle elezioni comunali. Comunque, dovrebbe valere per Ezio Maria Gray quello che vale per Tito (“boia di italiani”, come ha scritto Fausto Biloslavo su ‘Il Giornale’ del 5 agosto scorso) che ha una decina di Vie a lui dedicate (di cui una anche a Cornaredo) e per Stalin (una via in Sicilia). Addirittura a Tito è stata concessa la massima onorificenza italiana – Cavaliere di Gran Croce, Ordine al Merito della Repubblica Italiana con l’aggiunta del Gran Cordone – c sembra che non sia possibile togliere tali orrende onorificenze in quanto la legge prevede l’obbligatorietà da parte degli insigniti della difesa, che essendo morti non possono più difendersi dal cosiddetto reato di ‘indegnità’.

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi