“Cronicità e fragilità”: il convegno del Centro Studi Kennedy

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Prosegue l’impegno del Centro studi di Ambrogio Colombo. Sabato 2 dicembre, fari puntati sul modello di ‘presa in carico’ del sistema socio sanitario lombardo. 

MAGENTA – Il Centro Studi politico-sociali J.F. Kennedy di Magenta, in continuità con l’iniziativa organizzata nel dicembre 2016 sulla Sanità nel territorio dell’Est-Ticino, organizza SABATO 2 DICEMBRE 2017, presso la Sala Consiliare di Via Fornaroli 30 a Magenta dalle ore 9,00 alle 13:00, un Convegno su Cronicità e Fragilità: il modello Lombardia.

Un tema che sta richiamando l’attenzione dei cittadini e facendo discutere i medici di base e ospedalieri. Al Convegno parteciperanno, oltre all’Assessore Regionale alla Sanità Giulio Gallera, tecnici ed esperti del settore e rappresentanti delle categorie coinvolte. Il Convegno è aperto a tutti

 

 

PROGRAMMA
Ore 9.00: saluto del Presidente del Centro
J.F. Kennedy Ambrogio Colombo
e del Sindaco di Magenta Chiara Calati.
Coordina: Renzo Bassi, giornalista
Introduce Prof. Angelo Mattioni, emerito di Diritto
Costituzionale, Università Cattolica di Milano
CONOSCERE
Il Modello Lombardia per la cura
della cronicità e della fragilità.
La costruzione tecnica del modello
di assistenza ai malati cronici
Dott.ssa Verdiana Morando, CERGAS Università
Bocconi Milano
VALUTARE
Una scelta di politica sanitaria
Giulio Gallera, Assessore Regionale alla Sanità
Il Modello Lombardia: positività e criticità
l’idea di cronicità e fragilità – la continuità di cura
– chi governa il sistema – chi gestisce il sistema –
integrazione tra sanità e assistenza
Intervengono
Dott. Marco Noli, Università Cattolica Milano
Dott. Carlo Roberto Rossi, Presidente Ordine
dei Medici di Milano
Dott. Fiorenzo Corti, Vice Segretario Nazionale
FIMMG (Federazione Italiana
Medici Medicina Generale)
Carlo Borghetti, Consigliere Regionale
DIBATTERE
interventi liberi
Conclusioni: Prof. Angelo Mattioni

 

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti