Castano, Forza Nuova esulta: Alessio Toniolo rieletto alla consulta dell’istituto ‘Torno’

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Riceviamo e pubblichiamo

CASTANO PRIMO – Forza Nuova Provincia di Varese / Altomilanese annuncia con soddisfazione la rielezione, sotto l’effige di Lotta Studentesca, del militante Alessio Toniolo, samaratese frequentante l’istituto IISG “Torno” di Castano Primo, nella consulta provinciale degli studenti. Proprio Toniolo intende affermare:

“Nell’ anno passato mi candidai con l’ idea di portare le istanze degli studenti in consulta, 300 furono i voti che presi. Il mio intento si basò sul preciso scopo di far conoscere meglio le problematiche inerenti l’ IISG. Torno. Non ci riuscii mai… La consulta non lascia spazio agli studenti  é l’ ennesimo organo scolastico manipolato dal MIUR con lo scopo di dare una parvenza di importanza alle rappresentative scolastiche. Quest’ anno ho cambiato tutto il mio programma. La consulta così non funziona, é assolutamente inutile, o la si cambia radicalmente o può anche essere abolita. Qualunque cosa succeda é importante che smetta di servire il Ministero.  495 studenti hanno deciso di rischiare e giocarsi il tutto per tutto, 495 studenti hanno deciso che il tempo dei sorrisini è delle belle parole é giunto al termine, 495 studenti hanno deciso che adesso la consulta é ad un punto di non ritorno.  È una storia che ha dell’ incredibile”, conclude Toniolo.

Soprattutto se pensiamo che mi sono candidato da solo e contro due liste da 5 candidati ciascuna. Per non parlare di tutti gli sgambetti che ho ricevuto dalla dirigenza, che sono certamente più dei voti che ho conquistato. Tra tutti quello che ha influito di più é stata l’ omissione della data in cui le liste venivano presentate, in questo modo non ho potuto parlare alle prime ed alle seconde superiori. Ciò nonostante sono riuscito a vincere contro tutto e tutti, superando di ben 100 voti la seconda rappresentante della consulta. Una vittoria importante: continuerò a battermi con tenacia per il mio Istituto ed in generale per una scuola pubblica, libera dalle diseducative intromissioni di politica e lobby di potere- dalla mistificazione/oscurantismo storico alla perversa ideologia “Gender”- realmente vicina ai bisogni degli studenti, realmente formativa per un successivo percorso universitario quanto per l’inserimento nel mondo del lavoro”.

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti