# Cap4Ideas: “Porta nel tuo Comune la fontanella del futuro”

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

MILANO – L’area di Milano, capitale del design e punto di riferimento per l’Italia e per il mondo in fatto di nuovi costumi, ospiterà presto una nuova ed intrigante tendenza: la fontanella INvisible, il primo arredo urbano realizzato in digital fabrication.

Il contest #cap4ideas promosso da Gruppo Render (2)CAP si avvia così verso la sua fase finale. Dopo la premiazione della fontanella INvisible come vincitrice del concorso, parte ora il percorso per individuare gli otto Comuni più sostenibili della Città Metropolitana di Milano che si aggiudicheranno l’installazione della moderna fontanella realizzata in digital fabrication e progettata da Marzia Tolomei e Carlotta Antonietti, due designer del Politecnico di Milano.

I primi otto esemplari del progetto vincitore, infatti, saranno assegnati ai Comuni nei quali il maggior numero percentuale di cittadini deciderà di passare dalla tradizionale bolletta cartacea alla bolletta on line tra l’1 agosto e il 15 ottobre. Successivamente gli otto Comuni che avranno contribuito a questo processo di dematerializzazione potranno decidere dove installare i primi esemplari di fontanella invisibile, per compiere un altro passo verso un futuro di sostenibilità in cui l’acqua sarà protagonista indiscussa.

Il contest ha unito acqua e innovazione, creatività e coraggio, una sfida che Gruppo CAP ha voluto lanciare per innovare uno dei simboli dell’acqua pubblica. L’obiettivo è quello di portare nelle nostre piazze e nei nostri parchi una ventata di freschezza, innovazione e sostenibilità, per questo motivo oggi lanciamo la sfida ai cittadini e ai Comuni che vogliono vedere INvisible nel proprio paesaggio urbano.” ha commentato Alessandro Russo, presidente del Gruppo CAP.

Gruppo CAP

Il Gruppo CAP è una realtà industriale che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della Città Metropolitana di Milano e in diversi altri comuni delle province di Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como secondo il modello in house providing, cioè garantendo il controllo pubblico degli enti soci nel rispetto dei principi di trasparenza, responsabilità e partecipazione. Attraverso un know how ultradecennale e le competenze del proprio personale coniuga la natura pubblica della risorsa idrica e della sua gestione con un’organizzazione manageriale del servizio idrico in grado di realizzare investimenti sul territorio e di accrescere la conoscenza attraverso strumenti informatici. Gestore unico della provincia di Milano per dimensione e patrimonio il Gruppo CAP si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale.

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti