Arluno: dall’1 gennaio la gestione del servizio di acquedotto a Gruppo CAP

Condividi questo ArticoloShare on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

ARLUNO – Cambia il gestore del servizio di acquedotto per i cittadini di Arluno: dal primo gennaio, ad Acque Potabili subentra Gruppo CAP, l’azienda pubblica dell’acqua di cui è socio anche il Comune di Arluno e che già gestiva i servizi di fognatura e depurazione. È stata completata e sottoscritta, infatti, lo scorso 22 dicembre la cessione del ramo d’azienda tra le due società:Acque Potabili passa quindi il testimone a Gruppo CAP, che subentra nella gestione delle reti e degli impianti del servizio e nei rapporti contrattuali con l’utenza per la somministrazione di acqua potabile.

Il passaggio da Acque Potabili a Gruppo CAP completa il percorso di riorganizzazione e semplificazione del Servizio Idrico Integrato sul territorio milanese, e vede Gruppo CAP quale  gestore unico dell’area metropolitana, come previsto nella Convenzione di affidamento del servizio idrico stipulata nel 2013 con  l’ATO.

Arluno si aggiunge perciò agli altri 132 Comuni della Città metropolitana di Milano che si dissetano con l’acqua di rete servita da Gruppo CAP.

 

Per ogni informazione, da gennaio i cittadini di Arluno potranno rivolgersi al Servizio Clienti di Amiacque – Gruppo CAP: chiamando il numero verde gratuito 800.428.428 –  attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 e al sabato dalle 8.00 alle 12.30, oppure scrivendo all’indirizzo e-mail assistenza.clienti@amiacque.gruppocap.it.

Per segnalare guasti e per il servizio di pronto intervento è invece disponibile 24h su 24h il numero verde gratuito 800.175.571.

 

*Gruppo CAP

CAP è l’azienda a capitale interamente pubblico che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della Città Metropolitana di Milano e in diversi altri comuni delle province di Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como secondo il modello in house providing, garantendo il controllo pubblico degli enti soci nel rispetto dei principi di trasparenza, responsabilità e partecipazione. Per dimensione e con un patrimonio di quasi 800milioni di euro e con un capitale investito che supera il miliardo, Gruppo CAP si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale, garantendo il servizio idrico integrato a oltre 2 milioni e mezzo di abitanti. Il Gruppo è costituito dalle aziende CAP Holding e Amiacque. La capogruppo CAP Holding gestisce il patrimonio di reti e impianti, pianifica e realizza gli investimenti, esercita le funzioni di indirizzo strategico e controllo finanziario, investe su conoscenza e informatizzazione. Amiacque è l’azienda operativa del Gruppo, assicura ai cittadini del territorio servito la fornitura di acqua potabile e l’insieme dei servizi relativi alla captazione, all’uso, alla raccolta, alla depurazione dei reflui e alla restituzione delle acque di scarico, garantendo nel contempo la tutela e la salvaguardia delle risorse idriche, del territorio e dell’ambiente. 

Oggi il Gruppo CAP eroga ogni anno in media 226 milioni di metri cubi di acqua, attraverso 7.471 chilometri di rete idrica e 890 pozzi. La rete fognaria si estende per 6.419 chilometri, con 59 impianti di depurazione. Il Gruppo gestisce anche 372 impianti di potabilizzazione e oltre 150 Case dell’Acqua per un controllo completo del ciclo idrico.

Il Piano degli Investimenti 2016-2020 del Gruppo CAP prevede oltre 455 milioni di euro, per rispondere al fabbisogno di infrastrutture idriche e sostenere lo sviluppo economico e sociale del territorio. La sfida di oggi è rispondere al clima che cambia: per questo Gruppo CAP ha lanciato il programma CAP21, che comprende 21 impegni di sostenibilità per la gestione dell’acqua, in risposta a COP21, la conferenza sul clima di Parigi. Proprio l’impegno nelle politiche di gestione ambientale è valso al Gruppo CAP l’assegnazione del primo premio Top Utility 2016, categoria Sostenibilità ambientale. Nel 2015 l’azienda aveva invece ottenuto il riconoscimento per la Comunicazione. L’azienda è anche tra i protagonisti di Water Alliance, la rete di 8 imprese lombarde che si occupano della gestione pubblica dell’acqua, costituita nel 2015 per avviare sinergie, attuare economie di scala e impegnarsi insieme per uno sviluppo organico del  territorio.capGruppo CAP è stato tra i fondatori di APE – Aqua Publica Europea, l’associazione internazionale delle aziende pubbliche del servizio idrico. Il presidente del Gruppo CAP ricopre oggi il ruolo di vicepresidente di APE

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti