Ambientalisti e 5 Stelle denunciano: ‘Idrocarburi nei campi di Morimondo, vicino all’abbazia’

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Il reportage del blogger Luigi Piccirillo ripreso da molti attivisti grillini

MORIMONDO – Le immagini sono alquanto eloquenti, e purtroppo drammatiche; idrocarburi dispersi in una delle porzioni più pregiate della valle del Ticino, ossia i campi di Morimondo, poco distante dall’abbazia cistercense. La denuncia è del blogger ambientalista Luigi Piccirillo, ripreso da diversi attivisti del Movimento Cinque Stelle.

“Dicono” che con la motivazione del furto di carburante, hanno forato delle condutture di idrocarburi di Eni anche a Morimondo (come si può notare dalle foto) e si sta svolgendo un disastro ambientale già da almeno 10 giorni e continuo ANCORA OGGI: sversamento di idrocarburi interessando anche la falda dell’acqua,
l’area interessata è di AMLENO 100mtq, ruscelli e laghetti naturali rovinati da nafta dispersa dalle tubazioni.
Un articolo inerente di Agosto http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_agosto_18/terra-nessuno-abusivi-viaggio-nell-oasi-minacciata-gasolio-1a2e6c94-4571-11e5-a532-fb287b18ec46.shtml Diffondete perchè questo di Morimondo, come riferiscono gli operatori del posto, è il 50esimo intervento. La zona interessata è anche la riserva naturale, vicino la famosa Abbazia di Morimondo a circa 2km nel parco del Ticino zona SIC, zona d’interesse comunitario. Ovviamente si confida ed auspica repentino intervento risolutivo degli enti preposti alla tutela del territorio”, conclude Piccirillo.

petrolio1

petrolio2

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti