Abbiategrasso, Arianna Bianchi bronzo alla coppa Shotokan

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Anche i karateka più piccoli fanno incetta di podi al Trofeo Giovanissimi

 

ABBIATEGRASSO – La “Coppa Shotokan”, giunta ormai alla 49esima edizione, rappresenta di fatto “la gara delle gare” per quel che riguarda il Karate Tradizionale italiano.

I partecipanti, provenienti da tutta Italia, sono accuratamente selezionati da ogni Comitato Regionale e ciò ovviamente sottintende il fatto che la competizione sia estremamente dura e selettiva.

L’allenatrice della Funakoshi e neo terzo dan Arianna Bianchi – allenata dalla Maestra Patrizia Martini (VI dan), coadiuvata dal Maestro Gino Mori (V dan) – è stata convocata sabato 2 dicembre a Lucca in rappresentanza della Lombardia nella specialità del kata (forma di combattimento simulato contro più avversari immaginari), in quanto detentrice del titolo regionale della categoria seniores e il podio sfiorato ai Campionati Italiani Assoluti.

Le avversarie da battere per Arianna erano molte (ben 52!), ma la 23enne abbiatense non si è di certo fatta scoraggiare, nonostante un passo falso al primo turno che rischiava di relegarla fuori dal podio.

Ripescata – così come previsto dal regolamento –, Arianna sapeva di non avere più possibilità di sbagliare.

La karateka abbiatense ha perciò dovuto dare il meglio di sé e, turno dopo turno, è approdata prima alla semifinale e poi alla finale.

Una finale che si è poi conclusa con un ottimo terzo posto, che ripaga di tutti i sacrifici fatti in quasi due decenni di assidua e costante pratica!

Ma le soddisfazioni di questo weekend all’insegna del karate non si sono fermate qui!

Nella giornata di domenica, infatti, sono stati i karateka più giovani a calcare i tatami, sperando di salire sul podio.

Gli atleti della Funakoshi si sono recati a Valera Fratta, nel lodigiano, per partecipare al “Trofeo Giovanissimi”.

La competizione di kata individuale, aperta dai 6 ai 13 anni, ha visto la partecipazione di tredici atleti abbiatensi, che si sono ben comportati, conquistando tre medaglie d’oro e sei d’argento.

Prima a salire sul tatami, Gioia Cattoni (cintura arancio, 8 anni) ha aperto subito le danze conquistando – con due prove molto convincenti – un ottimo secondo posto.

Anche per la sorella maggiore di Gioia, Stella Cattoni (cintura arancio, 11 anni) è arrivata una medaglia d’argento, a breve distanza dal primo posto!

Un’altra coppia di fratelli “terribili” è quella formata dai fratelli Cucchi!

Il piccolo Alessandro (cintura gialla, 7 anni), nonostante sia alle sue prime esperienze agonistiche, è salito sul secondo gradino del podio e di certo per lui le soddisfazioni non mancheranno anche in futuro.

La sorella Martina (cintura marrone, 11 anni), invece, è salita sul tatami come un’agonista ormai navigata e, con grande convinzione, ha conquistato il primo posto, lasciando le sue avversarie a contendersi le altre posizioni del podio.

Niente podio invece per Miriam Machina (cintura gialla, 7 anni) e Giulia Perlo (cintura gialla, 11 anni). Entrambe le karateka hanno dovuto accontentarsi, loro malgrado, della medaglia di legno.

Ma una doppietta è arrivata poi grazie a Sara Lamiri (cintura bianca, 10 anni) ed Irene Alzetta (cintura bianca, 11 anni), al loro esordio sul tatami. Entrambe hanno dato prova di ottime qualità tecniche, nonostante il loro percorso lungo la Via del karate sia appena iniziato.

Per Samuele Tadiello ed Enrico Lionello (entrambi cintura bianca), invece, le ambizioni di medaglia purtroppo sono sfumate. Il loro grande impegno non è bastato a superare gli avversari.

Chi invece è ormai avvezzo al podio è Massimo Celeroni (cintura blu, 10 anni) – bronzo agli Europei WUKO svoltisi a Montecatini il 18 novembre – che anche in questa occasione non si è smentito e si è messo al collo una bella medaglia d’argento.

Ma c’era un’altra cintura blu in gara! Si tratta di Giulia Doddato (11 anni), che ha conquistato meritatamente un convincente secondo posto, che fa ben sperare per il prosieguo della stagione.

Ultima categoria in gara quella che ha visto salire sul tatami Riccardo Montonati (cintura marrone, 13 anni). Già dopo la prima prova, Riccardo aveva un discreto vantaggio sui propri avversari.

Vantaggio che poi è addirittura aumentato nella prova decisiva per l’assegnazione delle medaglie! E così la sua esperienza si è conclusa con un primo posto che sicuramente dà morale in vista dei prossimi impegni.

E con questa gara, sono già diciotto le medaglie conquistate in questa stagione dai karateka della Funakoshi.

Riusciranno a battere il record di oltre settanta medaglie della scorsa stagione?

Non ci resta che scoprirlo!

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti